Compagnia dell'Arpa a dieci corde
Attività

Ultimissime

Programmi futuri fine 2014/2015

- 15 e 16 novembre 2014: incontro di formazione con il dott. Roberto Flangini sul progetto Pronto Soccorso dell’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste;
- 21 novembre 2014: incontro con gli anziani della RSA Casa Verde di Servola-Trieste;
- 23 novembre 2014 supervisione con il dott. Nicola Canè;
- 29 novembre 2014: presenza all’Emisfero di Monfalcone;
- 30 novembre 2014: presenza all’Emisfero di Fiume Veneto.
Nel corso del 2015 verrà organizzato il 10° corso di formazione con l’obiettivo di formare volontari clown-dottori che siano in grado poi di svolgere un servizio negli ospedali o in altre situazioni di disagio, con competenza e conoscenza. Il corso è su base regionale, in quanto l’Associazione promuove attività in tutta la Regione Friuli Venezia Giulia, e verrà svolto in sedi da definire per un totale di 200 ore. Gli argomenti del corso tratteranno la gelotologia, il lavoro in gruppo e in coppia, la musicoterapia, la comunicazione e la relazione di aiuto, la voce e l’espressione, la clownerie, la giocoleria, i burattini, le danze popolari, tecniche teatrali e improvvisazione, il servizio in oncologia e le cure palliative, le tecniche non farmacologiche, l’igiene ospedaliera.
Il corso sarà preceduto da 1 giornata di "TERAPIA DEL SORRISO", utile per comprendere l’ambiente dei clown-dottori, l’importanza del sorriso e valutare con serietà l’eventuale partecipazione al corso per clown-dottori.
La giornata verrà ripetuta varie volte in località diverse.

Conferenza sulla gelotologia

La gelotologia è lo studio sistematico del riso e dei suoi benefici.
La conferenza si terrà sabato 2 marzo 2013, ore 20.30 presso la Sala Convegni di Villa Frova in Piazza San Marco a Stevenà di Caneva.

Gorizia 2 settembre 2012

Cari clowni, quella di domenica a Gorizia è stata una giornata densa di emozioni. Dodici ore-dodici di intervento tra preparativi in loco (senza contare i due giorni di lavoro di Gabry e Stefania per preparare costumi e musiche), prove di canto, costumi e prova generale dello spettacolo... piccola pausa pranzo dal papà di Alessio in una casetta di legno sul confine sloveno... e poi grande rappresentazionecon musiche, canti per bambini, danze popolari, magheggi, ventriloquo e ventriCallo con pupazzo Giovanna, ballerine sulle punte, Bert &Mary che davano il benvenuto ai presenti e... dulcis in fundo grandioso spettacolo-VENGHINO SIGNORI VENGHINO - dei clown dottori/attori/cantori!!!! Gran finale in gostilna, per brindisi e rebekin... giusto per evitar dannosi cali de zuccheri. Vi mando qualche istantanea dell'evento per rendervi partecipi della nostra grande felicità in una giornata speciale, nel ricordo del piccolo Giulio.
Nella vecchia fattoria ya ya ohhhhhh
Bacissimi Barbara

Insomma... son veramente contenta della nostra piena partecipazione alle diverse manifestazioni, la più gettonata è stata la messa in scena all'istante di un ventriloquo di nome Callo ed il suo pupazzo Giò (promettono bene i ragazzi!).
Il galletto canterino Chicchirichì, l'asinello innamorato Ia ia ooooo, il leone affamato grau grau, la capra graziosa beh beh ce l'hanno messa  tutta per riuscire a gradire le loro stesse voci messe a soqquadro dalla sbadatissima vecchietta lala lala laaaa... e poi una speciale narratrice della favola... nientepopòdimenochè Mary Poppins! Il canto finale, poi, è stato esilarante ed ha creato ancora più divertimento, tanto che ne hanno parlato tutti, soprattutto i veri musicisti!, fino al rebekin della sera.
"Per domenica, penso che meglio non poteva andare. Dal tempo, alla partecipazione, all'apprezzamento del pubblico." ci scrive papà Alessio ed ha piacere di inviarci un contributo.
Grazie ai miei amici clown, a mamma Cristina e papà Alessio, che ci hanno donato questa giornata piena di emozioni... e anche al piccolo Giulio che ci guarda dal cielo!
Un abbraccio a tutti. Gabriella

Per l'Ospedale Saint Damien di Haiti – 3 gennaio 2011

Oggetto: raccolta fondi

Mission: raccolta fondi per Haiti

Obiettivo strategico: destinare i fondi raccolti all'ospedale Saint Damien gestito dalla Fondazione Francesca Rava NPH Italia ONLUS di Milano, per mezzo del dott. Roberto Dall'Amico primario della Pediatria di Santa Maria degli Angeli di Pordenone.

Obiettivo operativo: azioni varie promosse dall'Associazione sul territorio della Regione Friuli Venezia Giulia che si concluderanno il 31.12.2010

Programmi:
- 13 febbraio 2010: carnevale a Caneva di Pordenone promosso dal Comune di Caneva e varie Associazioni; impegnati 4 clown-dottori; raccolti Euro 354,65.
- 23 aprile 2010: conferenza/spettacolo al Centro Culturale Veritas di Trieste; impegnati 10 clown-dottori; raccolti Euro 271,40.
- 12 giugno 2010: spettacolo della Scuola Piccoli Clown al teatro Don Bosco di Pordenone in collaborazione con Associazione Famiglie Diabetici della Provincia di Pordenone; impegnati 19 clown-dottori e 14 bambini, raccolti Euro 492,80;
- 29 agosto 2010: Cicloambientiamoci ad Azzano X organizzato dal Comitato Associazioni della Cicloambientiamoci; impegnati 6 clown-dottori; raccolti Euro 1.200,00;

Impegno dell'Associazione: destinazione di risorse sia umane che finanziarie. I fondi raccolti saranno destinati nella misura del 100%; i costi delle spese di organizzazione e il rimborso ai volontari (per quanto previsto da legge) sono a totale carico dell’Associazione.

Divulgazione: tramite il periodico e il sito dell'Associazione; stampa e TV locali; sia per la promozione che per il rendiconto.

Modalità di erogazione: modalità tracciabile (bollettino postale, bonifico bancario, ecc)  o denaro contante. Per la modalità tracciabile è possibile la detrazione fiscale.
L'Associazione si impegna al totale rispetto e tutela della privacy del donatore in conformità alla normativa di legge.

linea divisore

Giornata Arancio – 7 febbraio 2010

Programma della giornata che ha per tema principale "LA FIABA"
"La povera Cenerentolich piangeva, perché vestida di straze la iera …"
Il clown fa ridere, chi fa ridere il clown?… questa è una giornata di terapia della risata per il clown.
Dedicata al benessere della Compagnia e dei suoi componenti.
Incontro periodico di tutta la Compagnia alla scoperta del clown-gruppo (infatti non esiste soltanto il proprio personaggio clown).
Il gruppo, con la metodologia del gioco, delinea un proprio carattere, dimostrando  una più aperta comunicazione, cooperazione, accettazione, fiducia, consapevolezza, coesione; scoprire un senso di unità nell’ambito delle diversità; far emergere una coscienza di gruppo collettiva.
La giornata si struttura in giochi, scene clown, rappresentazioni teatrali.
Momenti presenti in tutte le giornate saranno il pasto condiviso e la riflessione a fine giornata.
Si tratteranno ogni volta dei temi diversi: nelle passate  giornate abbiamo visto l'incontro con l’altro, l'autostima, la fiducia, le scene musicali, la panchina, il gruppo, gli animali, la coppia.
E i prossimi temi? Per esempio il contatto, la mascotte, la prossemica, le improvvisazioni… ecc…
Sapete qual'è la più diffusa e celebre fiaba al mondo?
In Italia si chiama Cenerentola o Cenerella, in Francia Cendrillon, in Spagna e nell'America Latina è conosciuta come La Cenicienta: qui da noi si chiama Cenerentolich…

La povera Cenerentolich pianzeva
perchè vestida di straze la iera
e cussì conzada al balo di grando prinzipe mai più i la zioleva!
Ma a furia di tante ioze di pianto
qvalchedun altro se ga comosso tanto
"magona di Montona xe rivada de ti, Cenerentolich!
O bela mia santola ti ti me ga di iutare
perchè al balo di prinzipe mi vojo ndare
ma solo che vestiti di straze mi posso indosare!
Picula mia, magona ti iuterà
e ti vederà che bel vestito che ti gaverà
al balo di prinzipe ti ti ndarà
e pena che lu el te vederà
ti vederà che subito el te ziolerà!"
Incantesimo di magona xe ndà
Cenerentolich al balo ga partecipà
el prinzipe se la ga basà
però dopo un pochi de pupoli xe stà
sta sempia perso la scarpa la ga
e po' anche sconderse ghe ga tocà
ma el grando prinzipe ala fine la ga trovà
desso tuti e do insieme in t'un grando castel i sta
finalmente i se ga sposà
e inveze mi ancora zitela ve conto e son qua!

 

La fiaba per il clown è uno strumento irrinunciabile; in essa si trovano spunti e stimoli.
Le fiabe, inventate da altri o da noi stessi, si rivelano ottime compagne di viaggio nel nostro incontro con gli altri; permettono di condividere emozioni, identificarsi con persone diverse da noi, trovare significati e soluzioni; le fiabe narrate, ascoltate, inventate diventano una modalità per stare insieme e relazionare.

linea divisore

La festa di San Bartolomeo apostolo – 23 agosto 2009

La festa di San Bartolomeo a Caneva di Tolmezzo ha messo insieme tre realtà: la popolazione di Caneva, il Centro don Onelio della Comunità Piergiorgio, i clown-dottori dell’Associazione Gruppo Azione Umanitaria. Un momento di festa insieme culminato la domenica 23 agosto quando nel pomeriggio il corteo di 50 persone formato dai clown dottori, gli ospiti del Centro don Onelio con i lori assistenti e volontari, è piombato nella piazza di Caneva salutato dalle note della banda.
Una fantasmagoria di colori, suoni, palloncini, bolle di sapone e nasi rossi accolti con entusiasmo e partecipazione dai cittadini di Caneva.
Lo spettacolo in piazza è continuato con il coinvolgimento di tutti i bambini attraverso giochi di danza, lancio di palloncini, movimenti di lunghi nastri di carta crepe e stoffe colorate, tutti erano coinvolti; una grande gioia.
L’iniziativa ha avuto per corollario anche una mostra fotografica sugli incontri dei clown-dottori con il Centro don Onelio, in particolare sulla giornata di onoterapia, visto che al Centro sono presenti due asini, che si è svolta lo scorso 19 luglio.
I clown-dottori erano già arrivati al Centro nella giornata di sabato 22 agosto per uno stage di movimento, danza e musica realizzato con gli ospiti del Centro don Onelio: la maestra Francesca ha proposto musiche classiche, circensi e marce che hanno messo in movimento tutti i partecipanti; tutti sono stati valorizzati e anche le carrozzelle non erano immobili. Quest’attività rientra negli impegni dei clown-dottori, tutti volontari provenienti da varie parti della Regione in particolare da Trieste e Pordenone, che vengono svolti nel periodo estivo oltre alla costante presenza in alcuni ospedali e case di riposo della Regione.
Arrivederci Caneva alla festa di San Bartolomeo del 2010

linea divisore

Aggiornamento settembre 2009

La Compagnia sta vivendo un periodo molto intenso e forte: le giornate di formazione s’intersecano con molte attività. Ricordo le tre giornate a Caneva che hanno dato avvio all’onoterapia e rinforzato i rapporti con gli amici della Comunità Piergiorgio; per proseguire con la riuscita manifestazione ad AzzanoX di Cicloambientiamoci dove sono pure arrivati dei fondi che gireremo per qualche progetto della pediatria di Pordenone.
Un bel gruppo di noi è stato a Sudri per approfondire il lavoro con gli asini; una giornata stupenda, con questi animali, passata in cammino per i boschi, i prati e il paese di Sudri; sarà una risorsa futura per organizzare delle gite con i bambini diabetici o quelli dell’AGMEN, o semplicemente con i bambini e i nipoti dei nostri clown; ricordiamoci che l’asino è il clown degli animali…e si è visto.
Non dimentichiamo Gorizia e il "Giardino di Giulio" in ricordo del piccolo Giulio, il bambino che ha messo le ali; pomeriggio che si è concluso con grande emozione, in un grande abbraccio, accompagnato da un coro di bambini e dal lancio di palloncini in cielo.
Sabato 12 settembre abbiamo iniziato il percorso di "scuola per piccoli clown" con i bambini diabetici dell’Ass. Famiglie Diabetici di PN: cosa dire quando, nel gioco della corda dei sogni, una bambina sogna di guarire dal diabete?
E poi i servizi al Burlo, nelle RSA, alla pediatria di PN, al Consultorio, che costano fatica e chiedono impegno, ma che vedono l’affacciarsi dei nostri nuovi clown e sono una sorpresa. Poi qualcuno di loro ti telefona e ti dice grazie, semplicemente grazie… doppia sorpresa.
Il, 13 settembre, abbiamo ripreso il corso di formazione per il rush finale;

Prossimamente

Il 19 e il 20 settembre, Gabriella e Barbara sono a Roma per l’assemblea della Federazione Nazionale Clown-dottori

Il 26 e il 27 corso a Sacile con la dott.ssa Ambra Cusin

Domenica 27, l’Ass. Bambini diabetici fa un banchetto a PN; ci hanno chiesto se diamo una mano.

Il 3 e 4 ottobre, corso con la dott.ssa Rosalba Ludovico a PN

La domenica 4 ottobre pomeriggio c’è a PN la festa dei nonni.

linea divisore

Asini e terapia del sorriso - "Un sorriso a quattro zampe"

I clown-dottori della "Compagnia dell’arpa a dieci corde" dell’Associazione GAU, tra i loro impegni formativi e di servizio, dedicheranno una giornata, domenica 19 luglio 2009, al Centro don Onelio della Comunità Piergiorgio di Caneva di Tolmezzo che ospita giovani e adulti diversamente abili.
La giornata ha preso il nome di GAUdeaMUS!, gioiamo intimamente, come antidoto all’isolamento sociale; il titolo contiene l’acronimo GAU (Gruppo Azione Umanitaria) e MUS, termine dialettale per asino.
La giornata sarà un momento di incontro dei clown-dottori con gli ospiti del Centro don Onelio e un tempo di formazione sull’onoterapia, in quanto il Centro ha già avviato un percorso terapeutico basato sull’impiego degli asini.
Questo il programma della giornata:

Ore 9:00 - Introduzione: cenni sulle possibili attività di cooperazione con l’asino/Onodidattica ed attività ludica con l’asino nell’ambito della terapia del sorriso (psicologa del Centro dott.ssa Giuliana Turrin)
Ore 10.00 - Come instaurare la relazione con l’asino: esperienze pratiche (presidente ass. "Amici di Totò" sig. Ersilio Stocco)
Ore 11.00 - Chi è l’asino: caratteristiche fisiche e comportamentali (medico veterinario dott. Tommaso Satta)
Ore 12:00 - Pausa pranzo insieme agli ospiti del Centro don Onelio
Ore 13:30 - Approccio del clown dottore con l’ asino (responsabile Az. Agricola "Riu dal mus" sig.ra Chiara Fantinato e sig. Ersilio Stocco)
Ore 15:30 - Attività ludica ed animazione: interazione tra clown dottori-asini-ospiti del Centro (sig.ra Chiara Fantinato e dott.ssa Giuliana Turrin)
Ore 17:00 - Dibattito: riflessioni e conclusioni

linea divisore

MI PORTI LA CIOCCOLATA CON LE MANDORLE?

ORA IO VORREI DIRE….. NELLA MIA VITA HO QUALCHE PROBLEMINO, ANCHE DI UNA CERTA RILEVANZA… E NON MI AVANZA DI SICURO IL TEMPO DI PENSARE A DOVE TROVARE LA CIOCCOLATA CON LE MANDORLE GIUSTO?????
EPPURE… È DA DOMENICA SERA CHE PENSO A DOVE TROVARLA, DA QUANDO MASSIMO ME L’HA CHIESTA…
MASSIMO È UNO DEGLI OSPITI DI CANEVA… È IN CARROZZINA E NON CAPISCO QUASI NIENTE DI QUELLO CHE MI DICE… PERÒ QUANDO SONO VICINO A LUI SORRIDE E MI TIENE PER MANO … E SI RATTRISTA QUANDO VADO VIA…
MAURIZIOÈ ANCHE IN CARROZZINA E QUANDO BALLO CON LUI E GLI ACCAREZZO IL VISO IL SUO VOLTO SI ILLUMINA…. FACCIO DIFFICOLTÀ A CAPIRE ANCHE I SUOI DI DISCORSI….
ANGELA INVECE MI DICE CHE CONOSCE MIO PADRE CHE È ADDIRITTURA IL SUO MEDICO … E MI CHIEDE "MA PERCHÉ VAI VIA???"

VADO VIA PERCHÉ NON SONO ABITUATA A SENTIRE TUTTO QUESTO AMORE COSÌ VERO E REALE, NEL MONDO "NORMALE" CONOSCO PERSONE CHE PARLANO TANTO DI VOLER BENE MA QUANDO SI TRATTA DI DIMOSTRARE QUESTO BENE TANTO MENZIONATO … BEH... DICIAMO CHE "CASCA IL PALCO" ….
I VOSTRI SORRISI MI SONO ENTRATI DENTRO E SO CHE MI RIMARRANNO SEMPRE PERCHÉ SONO REALI, MOLTO DI PIÙ DI TANTE PAROLE DI SENTIMENTO DETTE A VUOTO ....
MI AVETE DATO UNA GRANDE LEZIONE DI VITA....SPERO TANTO DI ESSERE RIUSCITA A LASCIARVI UNA PICCOLA PARTE DI ME...
GRAZIE RAGAZZI!

E BON, DESSO VADO ZERCAR STA BENEDETA CIOCOLATA CO LE MANDORLE... !!!!

24 agosto 2009
Refolo

sfondo
Compagnia dell'Arpa a dieci corde
Associazione ONLUS - Gruppo Azione UmanitariaFederazione Nazionale Clown Dottori
SedeLegale
Via Mazzarei, 9
34015 Muggia
Sede Operativa
Strada Vecchia dell'Istria, 1
34148 Trieste
C/C Postale
Trieste Centro
n. 61970422
Codice IBAN
IT 62 L 07601 02200
000061970422
Tel./Fax: 040 948562
Cell: 348 3657923
E-mail: gau-trieste@libero.it
C.F. 80030560322
Do NOT click this link or you will be banned from the site, forever !